Robert Glasper Experiment – Black Radio

Rating: ★★★★★

2012 – Blue Note Records

“Black Radio” è un disco uscito a fine febbraio 2012 e di cui se n’è parlato troppo poco, anzi, si è ascoltato troppo poco.

Robert Glasper è un apprezzattissimo pianista jazz che ha sempre strizzato l’occhio anche all’hip-hop.

I tentativi di mischiare i due generi ci sono stati anche in passato ( ricordate i vari “JazzMatazz” di Guru?), ma è qui, secondo me, che abbiamo un disco a dir poco perfetto.

Glasper raccoglie a se alcuni tra i migliori strumentisti black, Casey Benjamin (sassofono/vocoder), Derrick Hodge (basso), Chris Dave (batteria) e alcune delle voci che possono abilmente accompagnarli. Ecco, dunque, nomi di spicco come Erykah Badu, Yasiin Bei, Bilal, Lupe Fiasco e Musiq Soulchild ed ecco che il disco spazia tra le cover come “Smell Like Teen Spirit” dei Nirvana o “Letter To Hermione” di David Bowie.

Il filo conduttore dell’eclettico lavoro di Glasper è il jazz, ma si spazia anche dal soul al reagge, dal bop all’ hip-hop, mantenendo comunque un’omogeneità nei suoni e nell’ascolto del disco.

“Black Radio” è un disco targato Blue Note che mette, secondo me senza diritto di repliche, d’accordo sia gli ascoltatori del jazz classico sia quelli del rap portando la musica black ad un valore che spesso tv e radio le tolgono o, più facilmente, nascondono.

Più che parlare di questo disco direi che bisogna ascoltare.

 

di Fabrizio “Brarez” Barachino – che trovate su www.fabriziobarachino.it e su www.reddarmy.com

 

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>