Wu-Tang clan & D-Block | Wu-Block

Rating: ★★★★½

Pensate a 2 dei collettivi più famosi di New York insieme per un disco, il risultato un album esplosivo che – dopo 20 anni di esperienza – suona fresco, molto fresco.

In questo ultimo periodo abbiamo assistito a moltissime unioni tra collettivi o singoli rapper una su tutte (che a noi di TheGoldenEdge è piaciuta moltissimo) è Random Axe (Sean Price, Black Milk e Guilty Simpson) potremmo dire che è una tendenza del momento ma i suoni e le rime dei D-Block hanno poco a fare con la “Tendenza” e ci riportano direttamente alla Golden Era del Rap.

Il progetto è portato avanti principalmente da Ghostface Killah e Sheek Louch i quali vengono accompagnati in quasi tutti i brani da qualche ospite (si fa per dire perchè sono tutti di casa): Raekwon, Jadakiss, Cappadonna, Method Man, Styles P, Masta Killa, GZA, Erykah Badu, Inspectah Deck.

I Wu-Block si muovono come previsto, senza sorprese stilistiche, “Pull Tha Cars Out” (Sheek, Ghostface, Method Man) – a nostro avviso uno dei pezzi migliori dell’album – sembra scritta appositamente per un club rap vintage (ad esempio il Tunnel di New York) con tanto di ritornello “ballereccio”:

“Pull the cars out / We gettin money over here / Them bottles on the table / The weed is in the air / The women staring at us / The haters ice grillin / Wu Block / You know we in the building.”

In “Drivin’ Round”, con una splendida (as usual) Erykah Badu, gli MC raccontano quello che vedono guidando nei quartieri. Ovviamente  Sheek Louch e Masta Killa guardano la povertà dai vetri della loro Jeep di lusso – un must have per i rapper anni ’90.

In “Guns for life”, con il sample di “And i love him” dei The friend of Distinction, Ghostface, Sheek e Styles P ci parlano del loro rapporto con le pistole, riprendendo e ricordando un po’ 2Pac in “Me and my girlfriend”, Pharaohe Monch in “Stay Bullet” o Nas in “I Gave You Power”.

Ci sono poi alcuni pezzi che sono energia pura tipo “Comin For Ya Head”, “Stick up Kids”, “Take notice” con un beat ipnotico e “Been Robbed” con il campione delle splendide Honey Cone (il primo gruppo femminile a firmare un contratto con la Hot Wax Records).

 

Di Fabrizio “Dj Spessore” Angelelli che trovate anche qui: The Golden Edge™

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>